Amalgama dentale 1: Introduzione

L’amalgama dentale è un composto di mercurio liquido al 45-50% e una lega di polvere di argento, stagno, rame, zinco.
La quantità di mercurio varia in base alla misura della superficie di amalgama esposta.

Mercurio è senz’altro il più tossico, ma non va sottovalutata neanche la lega. Non è volatile come Hg, ma rilascia ugualmente molecole tossiche dalle superfici dei denti dove l’amalgama è incastonato, per abrasione e corrosione continua, usura..

Una dose di amalgama contiene fino a 440 milligrammi di mercurio, così il numero di molecole ‘ di 19 cifre: 1.321.109.486.400.000.000 (1 trilione 321 biliardi 109 bilioni e 486 mila miliardi). La quantità aumenta secondo il numero dei denti otturati e potrebbe arrivare a 5 o 6 trilioni di molecole. Non esiste in natura alcuna sostanza che possa fermare il mercurio, che rilascia molecole direttamente nelle cavità dentali o i suoi vapori nelle cavità nasali. Inizia l’intossicazione lenta e costante.

Calcolo manuale manoscritto di Aldo Sacchetti

I disturbi sono di tipo stocastico probabilistico, tanto sono molteplici, secondo il numero di amalgama e secondo le caratteristiche di ogni persona. Dato che l’intossicazione è lenta, ma costante, i sintomi possono essere ignorati o attribuiti ad altre cause.

Gli apparati coinvolti sono il Sistema Nervoso, Linfa, Endocrino, Articolazioni e ossa (mercurio squlibra sempre l’assorbimento di calcio), Tessuto Connettivo, Degenerazione organica (apparato- meridiano di controllo generale), Stomaco, Pancreas, Reni. Accade che una sostanza sconosciuta dal nostro corpo, porta squilibrio nell’informazione vitale delle nostre cellule, interrompendola come accade con il sistema nervoso centrale e periferico.

I fenomeni più gravi sono la malattia di Alzeimer, morbo di Parkinson, tumori linfatici, emopoietici, ed è possibile un coinvolgimento degenerativo anche per il Pancreas. Tossicosi focale è il termine appropriato per descrivere moltissimi disturbi da amalgama. Focale viene da fuoco, e la tossicosi è una intossicazione del corpo che ha origine da un focolaio. Dai denti l’accumulo tossico finisce per estendersi a un apparato intero o due alla volta. Si chiamano campi di disturbo, quando sono coinvolti due apparati (meridiani), focus se a essere interessato è uno. Con ElectroAgopuncture secondo il metodo di Voll, si possono trovare i vari livelli delle tossicosi focali e dove sono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *