Cromo nelle acque: valori anomali in sei comuni della provincia

  • di Pietro Gorlani, 15 Febbraio 2016 – Giornale di Brescia
Cromo nell’acqua a Gardone Valtrompia, Concesio, Villa Carcina, Paitone, Lograto e Travagliato: le fonti dell’inquinamento vanno cercate nell’industria

Il passato (ma anche certo presente) industriale della Valtrompia e dell’hinterland continua a lasciare il suo marchio nell’ambiente. Stiamo parlando del cromo esavalente, metallo cancerogeno utilizzato per i bagni galvanici di molte lavorazioni (armi, pentole, rubinetti). Che si rintraccia ancora nell’acqua potabile di Gardone Valtrompia, Concesio, Villa Carcina, Paitone, Lograto e Travagliato, anche se non in tutti i quartieri. Si va dai 17 microgrammi al litro in via Molini a Concesio, ai 6 microgrammi di Lograto.

continua a leggere sul sito

“Dossier” Inquinamento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *