“Scienza e Coscienza”, Arianna Editrice, 2018 – nuova edizione eBook

di Aldo Sacchetti

« Tutta la storia della contaminazione tecnogenica, dei suoi effetti biologici, della illusione umana di mantenere il controllo, è segnata da 4 costanti fondamentali:

Edizione Arianna Editrice, Ottobre 2018 – eBook – Pagine 306 Formato Pdf – ISBN 9788828500520 – Nuove appendici, approfondimenti e una prefazione di Alberto Frattini – Acquistabile qui

Chiarire l’intreccio causale che degrada congiuntamente natura e cultura nella società dello sviluppo economico e tecno-scientifico è oramai condizione  della sopravvivenza.
Occorre la consapevolezza che, più la divergenza tra sapere e potere aumenta,
più l’errore diviene il marchio dell’egemonia umana.
Disseppellire i dati disattesi, organizzarli e offrirli in una nuova luce alla riflessione, è dovere irrinunciabile per riconciliare scienza e coscienza
nel futuro della vita.

Il materialismo della scienza moderna, basato sull’idea di una natura priva di intelligenza e finalità, che la tecnologia può aggredire senza scrupoli, oggi sta modificando il mondo, degradando al contempo società, cultura e biosfera, in una spirale inarrestabile e distruttiva.
Questo progetto di semplificazione, falsificazione e disintegrazione della realtà naturale soffre oggi una crisi irreversibile, determinata dalla rivoluzione quantistica, che descrive il reale come insieme di  eventi collegati, in continuo divenire.
La documentazione dei tragici errori della tecnoscienza è la chiave di spiegazione per aprire a una scienza nuova dei “legami vitali”,  armonicamente coordinati nella coerenza quantistica della natura viva.
Solo una scienza che tenga conto di questa nuova consapevolezza potrà
sostenere le scelte etiche di una società olistica, sobria, che sappia regolarsi al minimo dei bisogni e dei consumi, in armonia con la natura.
Per chi vuole essere informato sulle conseguenze profonde del mutamento
ambientale in atto.
Un libro di fondamentale importanza che anticipa i dibattiti del futuro sulle grandi e inquietanti prospettive della scienza e della tecnica.
È rivolto a tutti coloro che abbiano a cuore le sorti del genere umano.

dal Cap. XII, Il Culto Dell’Impossibile:

« Tutta la storia della contaminazione tecnogenica, dei suoi effetti biologici, della illusione umana di mantenerne il controllo, è segnata da quattro costanti fondamentali:

1) il moltiplicarsi sempre più caotico dei fattori di inquinamento come conseguenza dello sviluppo tecnologico e della crescente disponibilità di energia asistemica;
2) il sempre più inestricabile intrecciarsi degli impatti sul medesimo bersaglio sistemico cellulare;
3) il progressivo abbassamento (anche di vari ordini di grandezza) di quella che viene ritenuta dalla comunità scientifica la “soglia di rischio” nei riguardi dei singoli agenti inquinanti, chimici, fisici, biologici;
4) la pretesa di considerare e quantificare separatamente gli effetti di singoli agenti patogeni, prescindendo dai fattori psichici e sociali concomitanti, anche dopo che l’affinarsi delle conoscenze ha dimostrato l’inscindibile unità degli organismi e della cellula quali sistemi cooperativi ipercomplessi e coerenti nello spazio/tempo. Sistemi nei cui confronti la conoscenza scientifica, evolutiva per definizione, è sempre limitata, riduttiva, disintegrante e quindi inevitabilmente distorsiva.

La controversia sui limiti si ripropone adesso – con le medesime caratteristiche di arbitrarietà – per quanto concerne i campi magnetici e le radiazioni tecnogeniche non ionizzanti, nuovo e decisivo terreno di conflitto con la legalità della natura……»

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *