“L’uomo antibiologico”

di Aldo Sacchetti

Un classico della “filosofia” verde. Un manifesto del riscatto che l’ambiente chiede alla società, alla cultura, alla civiltà. Nel quadro di una cultura scientifica d’avanguardia, il libro offre al lettore gli strumenti per meglio orientarsi nel labirinto di contraddizioni che regolano il rapporto fra uomo e ambiente.

1 edizione Feltrinelli, 1985 – Collana: Presenze – copertina morbida – pagine 143 – ISBN-10: 8807110040 ISBN-13: 978-8807110047 ASIN: B00GY6JDR0
3 edizione Feltrinelli, 1990 – Collana: Saggi – Copertina morbida – pagine: 144 – ISBN-10: 8807080915 ISBN-13: 978-8807080913
Edizione Feltrinelli, 1997 – Collana: Universale Economica – Copertina morbida – pagine 144 – ISBN 10: 8807814153 ISBN 13: 9788807814150
1 edizione Arianna Edizioni eBook, 2008 – Formato PDF (1565 kb) – 184 pagine formato A4 – ISBN: 978-88-87307-73-3

È ormai sempre più manifesto che l’uomo, nell’illusione di imporre il proprio ordine alla natura, in realtà interviene sull’ambiente che lo circonda accelerando sia la degradazione dell’energia sia il caos della materia: in una parola, accelerando l’entropia.
L’Uomo Antibiologico, un classico della letteratura ecologista, fonda l’etica anticonsumistica sulla consapevolezza scientifica della indivisibile unità della biosfera, al cui interno flussi molecolari ed energetici trapassano di continuo i confini dinamici tra il non vivente e il vivente, precludendo la sostenibilità, anche economica, di ogni sviluppo materiale fuori dei cicli e degli equilibri vincolati della natura viva.

Il volume comprende in appendice i testi delle ultime tre conferenze dell’autore, che consentono di inquadrare la sua opera alla luce dell’evoluzione compiuta dalla sua ricerca, già sistematicamente espressa in Scienza e Coscienza. L’armonia del vivente. In tale prospettiva la documentazione dei tragici errori della tecnoscienza, tanto più gravi quanto più profondamente viene modificato il livello quantico della fisiologia cellulare, è la chiave euristica per aprire a una scienza nuova, non più avalutativa e dissipatrice. Una scienza dei “legami vitali”, armonicamente coordinati nella coerenza elettrodinamica quantistica della natura viva, ma sconvolti dalle micidiali incompatibilità culturali, molecolari, elettromagnetiche della tecnosfera.
Solo una scienza ri-orientata da questa consapevolezza potrà sostenere le scelte etico-pratiche di una società olistica, sobria, autoregolata al minimo dei bisogni e dei consumi, in armonia con la natura.
A chi si rivolge

Una lettura indispensabile per tutti, data la rilevanza epocale delle contraddizioni ecologiche della società industriale tecnologicamente avanzata. Una argomentazione puntuale che consente l’approccio al lettore più diverso, per motivazioni e strumenti intellettuali.
Cos’ha di particolare

È un saggio scientifico e filosofico fondamentale della cultura ecologista. Già pubblicato e venduto in migliaia di copie nello scorso decennio, viene ora riproposto per la drammatica attualità delle sue tesi, che assumono oggi il valore di una predizione non conformista avveratasi.

Scaricabile qui un estratto
Acquistabile qui il testo intero

Una risposta a ““L’uomo antibiologico””

  1. un testo straordinario che ho trovato per caso in una libreria dell’usato, nonostante da tempo mi interessi di questi temi (e sia una ricercatrice – sociologa – di professione)
    importantissimo e – mi sembra – misconosciuto
    lo citerò nel mio prossimo lavoro in uscita in autunno per Vanda epublishing, titolo provvisorio “L’ecologia spiegata agli esseri umani” o “Discorso della Natura all’uomo”
    mantenete viva la memoria e la consapevolezza!
    daniela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *